Pochi ingredienti ma buoni, oppure Monkey 47

Sono sempre stato convinto che i prodotti migliori lo fossero, perché fatti con ingredienti semplici, per esempio: per fare un buon piatto, servono pochi ingredienti, ma freschi e di qualità oppure, per fare un buon whisky servono pochi tipi di cereali e di buona aromaticità

Ma dopo aver assaggiato il Monkey 47 ho capito che niente è sicuro e che le eccezioni esistono e hanno un sapore fantastico.

A parte gli scherzi ciò di cui vi vado a parlare oggi è una storia di amicizia imbottigliata e dal gusto particolare, la storia non inizia con una distilleria ma bensì con un soldato inglese e una scimmietta. Siamo nel 1945 ed il comandante Montgomery Collins viene trasferito a Berlino per aiutare nella ricostruzione della città, viene incaricato di prestare aiuto allo zoo, ed è proprio qui che fa la conoscenza di un simpatico personaggio, la scimmietta Max, non passa molto tempo che i due stringono una forte amicizia tale da far comprare l’ amata scimmietta a Montgomery.

Qualche tempo dopo, effettuato il congedo dal’ esercito, il signor Collins decise di comprare una proprietà in mezzo alla Foresta nera, dove volle iniziare la produzione di un proprio gin. Col passare del tempo di Montgomery e Max non se ne ebbe più traccia, fin quando, durante la ristrutturazione di un vecchio casolare chiamato Collins non saltò fuori un misteriosa e vecchia scatola di legno con sopra solo il disegno di una scimmietta e le parole “Max the monkey”.

La storia del ritrovamento di una scatola misteriosa contenente una strana ricetta di un gin incuriosì a tal punto Alexander Stein (allora manager di nokia) da fagli comprare nel 2006 la proprietà aprendo una distilleria, seguendo le istruzioni di quei fogli ingialliti riuscì a produrre quel gin che sembrava perso per sempre. Dopo una lunga macerazione del composto formato da, alcol di melassa, utilizzato principalmente nei rum, mirtillo, bucce di agrumi, ginepro, pepe e altre varietà di botanicals, il Monkey viene distillato, allungato con acqua pura della Foresta nera e introdotto in vasi di terracotta per favorire l’ossigenazione e aumentare l’eccentricità dei sapori.

Devo dire che pur essendo un semplice soldato il vecchio montgomery sapeva il fatto suo sui dry gin, e si percepisce mentre sorseggi il Monkey, la sua particolarità principale è sicuramente il fatto di possedere 47 botaniche diverse, per esempio solamente le razze di pepe sono 6.

A questo punto dovrei iniziare a parlare del sapore e dell’odore, mi sono accorto però che ogni persona che lo degusta, oltre ai primi sentori importanti quali agrumi e ovviamente anche il ginepro, da un commento diverso e personale, sentendo a volte anche sapori che personalmente non sento, quindi per me la cosa più giusta da fare è assaggiarlo. Risulta comunque un gin molto floreale e balsamico, con note di menta, agrumi, fiori bianchi e pino, in bocca risulta molto bilanciato e complesso allo stesso tempo, si colgono note di mirtilli e mandorle. Se volete aumentare il livello del vostro gin tonic o provare qualcosa di nuovo chiedete al bartender di usare il Monkey 47, possibilmente in concomitanza con una Fever Tree o una 1724, non rimarrete delusi.

Forse coglierete sapori strani e particolari ma vi assicuro che non vi pentirete della scelta.

[amazon_link asins=’B008JAAT5Y,B0143II9CK,B00AABNX6W,B074DS2WWS,B0171LB87E,B01D3CTDLS’ template=’ProductCarousel’ store=’edonix-21′ marketplace=’IT’ link_id=’760b8498-d45e-11e7-be2d-cb756ae6fb7c’]

Se ti è piaciuto CONDIVIDI sui tuoi social preferiti

Luca Baldereschi
Luca Baldereschi nasce a Pisa 21 anni fa e da sempre il suo sogno è stato quello di scoprire le piccole realtà che fanno del nostro paese un luogo meraviglioso. Nel tempo libero si dedica ai social media e alla fotografia.

spedizione veloce con amazon prime

da non perdere assolutamente

La Genesi dei sapori

Cosa spinge il cervello umano a generare il gusto mentalmente? Durante questa fase delicata all'interno di un pasto, che sia cena o pranzo poco importa, i...

Malcom Sayer, Il primo uomo a creare auto con il vento

“Quell'uomo era capace di trasformare il vento in inchiostro, varcando linee talmente precise ed eleganti, che un'altra mente umana di quel tempo non poteva...

Da Fellini e Mastroianni a Ivan Ferrara e il suo Staff. Ristorante Oliviero 2.0

Con un titolo così eccentrico, vi starete aspettando chissà quale personaggio famoso o star internazionale, invece vi recensirò un grintoso ristorante. Già vi vedo, siete...

I viaggi di Edonix. Friuli e Veneto.

Tre ragazzi, un'auto ed un itinerario fantastico. Questa è la storia della nostra sete di conoscenza nel campo dell'enogastronomia e tutto ciò che fa...

crea il tuo sito con siteground

Web Hosting
Download Best WordPress Themes Free Download
Free Download WordPress Themes
Download Nulled WordPress Themes
Download Premium WordPress Themes Free
udemy free download
download karbonn firmware
Download Nulled WordPress Themes
udemy course download free