L’evento barbuto più amato d’Italia è tornato anche quest’anno!!!
Il 27 luglio 2019 durante i festeggiamenti di Viatosto si terrà la 3a edizione de

“La Barba dell’anno”.

Un evento che nel mondo ‘barbuto’ italiano è molto conosciuto e seguito, un evento che riesce a coinvolgere persone con la passione per la barba (lunga, media o corta che sia) ma anche tanti curiosi. La particolarità e la bellezza di questo evento è il fatto che non ci sono bandiere, nessuna appartenenza a gruppi ma solamente tutti uniti all’insegna della passione, del divertimento e sopratutto dello stare insieme

Logo disegnato dal MicrostudioRoma

Le origini

L’evento nasce nel 2016 e la prima edizione si è svolta a Cosenza, città di origine del fondatore dell’evento. Dietro ci sono Pasquale Ferraro ed Elena Pucciariello, una bellissima coppia unita da questa grande passione comune. Come sponsor principali c’è la pagina ‘mania barba’ di Lorenzo Perri.

Alla prima edizione hanno partecipato 46 concorrenti, numero che ha stupito anche gli stessi fondatori, in totale ci sono state però 300 persone (contando accompagnatori e curiosi). Addirittura l’evento è stato nominato su Radio Deejay nella trasmissione ‘pinocchio’.

Il vincitore nella prima edizione è stato un pioniere della barba, Diego Bazoli, grande amico anche di noi di Edonix (quattro chiacchiere con lui le abbiamo fatte tempo fa, per chi volesse leggerle questo è il LINK).

La seconda edizione si è svolta nella nuova residenza di Pasquale , il 25 Agosto 2018 ad Asti(città natale di Elena, dove Pasquale si è trasferito per stare insieme), contattati da Riccardo Fassone che gli ha chiesto di organizzare la seconda edizione nel territorio del ‘borgo Viatosto’. La condizione per svolgere l’evento è stata una però, il ricavato doveva per volere di Pasquale ed Elena essere devoluto in beneficenza (associazione ALBERGO ETICO). Ci furono 36 iscritti ma ben 1000 partecipanti in tutto.

La terza edizione

Contattati dagli organizzatori del Palio di Viatosto (tre giorni di festa), per questa terza edizione si faranno le cose ancora più in grande (parola di Pasquale), oltre alla gara che si svolgerà nelle stesse modalità delle prime due edizioni si sta organizzando un contesto intorno che coinvolga ancor di più tutti i partecipanti.

Ci sarà tanta musica, i Nuocere e gli STINS dalla Toscana, i Mot Low di Asti, ci sarà un presentatore d’eccezione (chi se non il grande Diego?!) accompagnato dai padri fondatori dell’evento.

In giuria ci saranno grandi barbieri, il nostro amico Marco Artesi (intervista), Alessandro Sesta,Anita Atzori e la stessa Elena in qualità di presidente di giuria.

Ci saranno barbieri pronti a coccolare partecipanti e curiosi, Denise Spagnuolo, Mario Provenzano ed Alessandro Cavallaro.

Nessuna quota di ingresso per i curiosi e per chi vuole partecipare da spettatore, si paga solo per gareggiare!

Anche in questa occasione il ricavato sarà devoluto in beneficenza, l’associazione scelta per questa terza edizione è ‘Anita e i suoi fratelli’.

Dicono dell’evento

L’evento coinvolge tantissime persone di spicco del mondo della barberia ma non solo, alcune sono presenze che si ripetono dalla scorsa edizione per esempio, d’altronde squadra che vince non si cambia. Ho quindi voluto sentire qualche parere da chi c’è stato anche nelle scorse edizioni e da chi invece si affaccia per la prima volta all’evento.

Le prime parole che ho raccolto sono quelle di Elena, presidente di giuria, alla quale ho chiesto cosa volesse significare mettere su un evento simile e cosa sentisse sull’evento in generale, lei mi ha risposto: ‘Sono appassionata di barbe da diverso tempo, ho capito entrando in questo mondo che dietro le barbe viste a livello estetico si nasconde un grande cuore. La prima edizione ci ha spiazzati, non ci aspettavamo tanto successo, abbiamo allora pensato di sfruttare il momento di festa che rappresenta la manifestazione per fare del bene, perlomeno nel nostro piccolo ci proviamo. Spero che l’evento possa ancora crescere, coinvolgere e unire persone provenienti da luoghi differenti. Vi aspettiamo numerosi e prometto che sarò imparziale!’.

Diego Bazoli:

‘Barba dell’anno per me ha un sapore speciale, un ricordo unico, la mia prima grande soddisfazione personale, Cosenza 2016 dove iniziò tutto. Evento ben strutturato, senza nessuna appartenenza ma un’unica e grande passione per la barba. Ho avuto modo tramite questo evento di potermi lanciare e costruire la mia immagine, sopratutto nella mia città. Il mio motto che rimane anche in questo evento è quello che dice che chi si mette in gioco ha già vinto, questo vale per tutti i partecipanti. Essere il primo vincitore mi lusinga, poter fare da presentatore mi esalta, grazie a questo evento sono poi entrato in Radio Bruno dove ancora adesso lavoro, non posso dimenticare quanta curiosità abbiamo portato su tutto il territorio. Spero che anche in questa occasione il vincitore possa portare in alto il nome dell’evento come ho fatto io in passato.’

Luna Massarone

Luna Massarone, giudice per il borgo Viatosto: ‘Sono felice di rappresentare il borgo in giuria, perchè questa non è solo una festa, ma un evento dove si fa anche beneficenza. Sfilo ininterrottamente per il borgo da tredici anni, sono recententemente entrata nei musicisti del gruppo. Ringrazio per l’opportunità, il mio ruolo sarà quello di assegnare il premio speciale del Borgo Viatosto.’

Dudù

‘Evento unico nel suo genere, partecipo per la seconda volta e ringrazio per la doppia possibilità. Ammetto che l’anno scorso non conoscendo questo mondo ero scettico, poi mi sono assolutamente ricreduto. Mi piace l’idea del mix di stile, si trova qualunque cosa, dal dandy, all’hipster, al country. Mi auguro che in questa edizione possa esserci ancora più gente, nonostante i grandi numeri dell’anno scorso.’

Alessandro Sesta

Già l’anno scorso ho partecipato come giurato e come dimostrazione nel taglio barba. Manifestazione bellissima, tanta umiltà, semplicità e voglia di stare in amicizia. Bellissimo potersi divertire e poter fare beneficenza, sono sicuro che di anno in anno possa solamente crescere ancora‘.

Anita Atzori

Cosa è per me La Barba dell’anno? Un evento per credere nell’uguaglianza, nella barberia italiana come stile di vita, ma sopratutto nella beneficenza senza secondi fini. Elena e Pasquale hanno progettato tutto nei minimi dettagli, sono un punto di riferimento sia per i barbuti ma anche per chi come noi in questo mondo non ha solamente l’interesse imprenditoriale ma anche quello creativo e giocoso. Amo i barbuti ma amo anche chi oltre a portare una grande barba porta una grande anima‘.

Marco Artesi

‘Un giorno ricevo una telefonata da Pasquale che mi dice: a luglio ci sarà la 3 edizione della barba dell’anno e ti vorrei come giudice !
Di getto senza neanche pensarci un attimo ho detto di SÌ , perché per me è un onore essere stato scelto a fare il giurato ad una manifestazione così importante. Sarà un onore presenziare e stare con tanti amici all’ evento dell’anno, Pasquale chiama e Marco c’è’.

Contatti

Potete trovare l’evento in tutti i social: FACEBOOK INSTAGRAM PASQUALE INSTAGRAM ELENA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.