Durante il processo di saponificazione degli elementi, avviene una reazione chimica, gli acidi grassi si scontrano con gli idrossidi alcalini, dando origine a diverse trasformazioni. Alla fine del processo, non esistono più gli ingredienti originari, c’è una trasformazione. Un sale.

La differenza tra un sapone vegano ed uno “animale”, consiste negli ingredienti utilizzati, ma infine sempre di sale si riempie la ciotola.

Rispetto per gli animali è il primo fattore da tenere a mente, così come per il pennello, sintetico.

Ma un valore etico c’è se poi azzanniamo una braciola di maiale? No.

Il sapone, secoli fa, fu sempre prodotto con materia animale e dagli scarti della produzione, perchè mai farne un problema ai giorni nostri..

E’ nella nostra coscienza. Così come ogni volta il nostro cibo è di origine animale. Io non mi nutro di animali, non li gusto, li amo da vivi.

Ammetto che chi produce saponi da sego animale, lo fa racimolando gli scarti di una produzione alimentare.

Mi piace sperimentare, ma continuerò ad essere vegano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.