Quante volte abbiamo visto quest’abito indossato ad un matrimonio, oppure da qualche sovrano in una cerimonia ufficiale, o ancora alle famose corse ippiche del Royal Ascot. Il comune denominatore di tutti questi eventi è uno, ossia la necessità di essere vestiti in modo formale: il tight infatti, assieme al frac, esprime la massima formalità dell’eleganza maschile.

Come tutti gli abiti di società, negli ultimi tempi il suo utilizzo è assai diminuito, ma non è poi così difficile vedere sposi e invitati che lo indossano, oppure cariche ufficiali utilizzarlo ad una cerimonia di una certa importanza, tutte occasioni che però hanno luogo alla luce del sole, perhè il tight è un abito che va indossato solo fino alle ore 18, momento in cui verrà sostituito, a seconda dell’occasione, dagli altri due abiti di società

Passiamo ora agli elementi che lo compongono:

La giacca: in lana liscia o spigata, può essere nera, antracite, grigia o nera con le profilature in seta nera(volendo con panciotto abbinato); essa ha una forma assai differente dalle classiche giacche da uomo, avendo le falde molto arrotondate che scendono fino all’altezza del ginocchio, formando una coda che avrà uno spacco centrale a sormonto ed alla cui sommità saranno cuciti due bottoni. I revers possono essere sia a dente sia a lancia, seppure oggi i secondi siano certamente i più gettonati; la giacca, che ha un solo bottone, durante la cerimonia è preferibile che sia sempre abbottonata.

I pantaloni: sono in lana e presentano una rigatura più o meno marcata ed in varie tonalità. Essi, tassativamente senza orlo come tutti gli abiti di società, hanno doppie e ampie pinces che gli danno una linea molto diritta ed una larghezza abbastanza importante e non hanno passanti per la cintura, potendo essere retti solamente da bretelle con attacco a bottone; la versione rigata è la più comune ma non l’unica: quasi scomparse completamente sono le versioni in principe di galles e in pied de poule, oltre a quella grigia abbinata a giacca e panciotto.

Il panciotto: i colori più tradizionali sono il nero(o antracite a seconda della giacca), il grigio perla ed il buff(ossia una tonalità intermedia tra giallo e beige), ma ultimamente sono diventati molto utilizzati anche colori come l’azzurro, il blu, il bordeaux e il rosa. La versione monopetto va tanto bene quanto quella doppiopetto ed entrambe possono avere come non avere i revers.

La camicia: ultimamente viene utilizzato quasi unicamente il collo risvoltato, ma anche il diplomatico è molto apprezzato. Il primo è particolarmente valido se bianco a contrasto; i polsini sono sempre doppi o singoli da gemello.

Cravatta e plastron: al collo si indossa una cravatta, ma nelle occasioni massimamente formali è possibile utilizzare un plastron abbinato ad un colletto diplomatico.

Le tonalità possono variare dal grigio perla all’azzurro, al bordeaux, al rosa e a mille altri colori.

Sia la cravatta che il papillon possono essere abbelliti da un piccola spilla con perla

Le scarpe: sono sempre nere e possono essere sia le classiche oxford, sia i classici stivaletti balmoral sia i button boots con ghetta grigia o bianca; abbinate alle oxford si possono utilizzare delle ghette delle stesse tonalità di quelle dei button boots.

Il cappello: può essere sia nero sia grigio, in feltro o seta

I guanti: sono grigi e preferibilmente in pelle di cervo o scamosciati

Le calze: possono essere sia grigie che nere, purchè in filo di scozia o cotone. Ovviamente sono lunghe fino al ginocchio

L’orologio: preferibilmente da tasca con una sottile catena, può essere utilizzato anche uno da polso, purchè ultrapiatto e con cinturino in pelle nera.

Fazzoletto da taschino: essendo un abito formale sarebbe bene utilizzarlo solo bianco, ma anche una piccola fantasia colorata è oggi accettata.

Soprabito: in tanti ritengono che col tight non si indossi soprabito, ma con le temperature basse è possibile utilizzare un doppiopetto/monopetto nero o antracite, che possiamo abbellire con un collo di velluto nero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.